sabato 14 marzo 2020

PLAYSTATION GIOCHI GRATIS X TUTTI

La sony in questo periodo di quarantena che tutti i ragazzi sono chiusi in casa a deciso di far scaricare dei titoli completi e del tutto gratis.
Un ottima opportunità per chi vuole aggiungere altri titoli alla  lista di giochi ovviamente ci sono solo giochi di poco conto.

mercoledì 11 marzo 2020

CORONAVIRUS DA NON CREDERE TUTTO IN QUESTO FILM DEL 2011

Non posso credere che sia una casualità, ma in questo film uscito nel 2011 dal titolo ''Contagion'' da vedere assolutamente ci sono troppe coincidenze.
Se questo film sarebbe uscito dopo il coronavirus del 2019 sarebbe tutto normale, ma visto che il film e uscito nel 2011 mi viene un dubbio e vi chiedo ma sarà tutta una casualità.
Lo so che in questo momento di grande apprensione e difficoltà dovremmo tutti prestare attenzione a non essere contagiati dal virus, ma sinceramente non riesco a capire come ha fatto il  registra a fare un copione perfetto di tutto quello che sta succedendo in tutto il mondo oggi.
Nel film il regista Steven Soderbergh racconta tutto quello che stiamo osservando da mesi ma come ha fatto è un genio, che fantasia complimenti, questo regista ci racconta tutto, come sia partito il contagio, da quale città è partito, da quale animale e tutti gli eventi che si stanno verificando in tutto il mondo.
Il Coronavirus compare a Wuhan a dicembre del 2019 e l'undici gennaio viene confermata la prima vittima.
Il Covid-19 la nuova minaccia dell'umanità.

domenica 10 febbraio 2019

NETFLIX IL TRUCCO PER VEDERE TUTTO GRATIS PER SEMPRE CE

C’è un trucco per vedere le serie tv e i film di Netflix gratis, senza abbonamento e senza rischiare di finire nel circuito illegale dei siti pirata.
Fondata nel 29 agosto 1997 come piattaforma per il noleggio di videogiochi, Netflix dal 2008 offre un servizio di film e serie tv on demand.
Nel 2015 Netflix è arrivato anche in Italia, e da ottobre 2017 ha più di 109 milioni di abbonati in tutto il mondo.
Il costo per il pacchetto base è di 7,99 euro al mese, ma esiste anche un modo legale per vedere i contenuti gratis della piattaforma streaming più famosa al mondo.
Tanti utenti per vedere i film su Netflix senza pagare sottoscrivono l’abbonamento per il solo primo mese, che è gratuito e poi lo disdicono.
Ma c’è una soluzione più semplice e che soprattutto consente di guardare le serie tv e i film senza pagare anche oltre il primo mese gratis. Per tre mesi Netflix è gratis grazie ad alcune promozioni del gestore telefonico 3 Italia.
Il gestore telefonico 3 Italia ha introdotto una promozione che, oltre a offrire minuti, sms e giga per la navigazione Internet, consente anche di vedere gratis per 3 mesi Netflix.
Se poi sei già cliente Netflix ti accreditano l’equivalente di tre mesi con l’abbonamento medio.
Effettuando il login con le tue credenziali ti verranno accreditati 3 mesi anticipati del Piano Standard, che comprende la visione in HD su 2 schermi contemporaneamente, del valore complessivo di 32.97 euro, pari al valore mensile di 10,99 euro moltiplicato per i 3 mesi inclusi ma non c’è solo Netflix.
Ovviamente e tutto legale anche perche non esiste che tut possa vedere Netflix gratis senza pagarlo oppure si può, ma certo che si può chiedimi come e ti daro tutte le info per vedere film e serie tv totalmente gratis e per SEMPRE.
Ma ce un altro modo per poter guardare film in libertà senza rischiare di finire nel circuito illegale dei siti pirata esiste grazie ad altre piattaforme web e metodi free alternativi.
Ne puoi trovare in quantita di diverse piattaforme web che trasmettono le pellicole cinematografiche nel rispetto della legge e senza il bisogno di sottoscrivere alcun abbonamento basta iscriversi e tutto molto semplice.

sabato 9 febbraio 2019

TUTTO IL CINEMA CHE VUOI

Ciao se sei a casa e ai voglia di vedere un film ma non sai cosa vedere, ti lascio una piccola lista di titoli di film spero ci sia il titolo che stai cercando ho che ti piacerebbe rivedere se ti va puoi lasciarmi dei titoli di film nei commenti ti ringrazio e buona visione.



John wick, Sulla mia pelle, Solo, Soldato Sicario ( 1 e 2 ), The boy, La notte del giudizio ( la saga , Un tirchio quasi perfetto, Viva la libertà, World war z, Zona d'ombra, Vice l'uomo nell'ombra, The courier, Tutti vogliono qualcosa, Contro mano, Tre giorni dopo, Un marito a meta, Un ultima risata, Una vita spericolata, Lesorcismo di hannah grace, Captain phillips, Io sola sulla terra, La terra di dio, Non ci resta che il crimine, Macchine mortali, Il ragazzo invisibile, Kong skull island, La babysitter, Jackass the movie, La fine, La fratellanza, Sole a catinelle, 12 anni schiavo, 28 Giorni dopo, Alpha, Animali fantastici ( 1 e 2 ), Black klansman, Falchi, Da zero a 10, Braven il coraggioso, Captain fantastic, Dark shadows, Edge of fear, Effetti, Escobar il fascino del male, Anon, Benvenuti a casa mia, Gomorra, 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di nero, ET, Equilibrium, Eragon, FBI operazione tata, Forrest gump, Garfield, Genitori in trappola, Ghostbusters, Ghost, Harry potter (tutta la saga), Ho voglia di te, I 100 passi, I fantastici 4, I passi dell amore, Il bacio che aspettavo, Il favoloso mondo di amelie, Il miglio verde, Il mio miglior nemico, Il tempo delle mele (1-2), Io non ho paura, Io robot, Io sono leggenda, L'amore non va in vacanza, L'attimo fuggente, La bussola d oro, La fabbrica di cioccolato, La febbre, La leggenda di al john e jack, La maledizione della prima luna, La maschera di ferro, La tigre e la neve, La vita è bella, Le cronache di narnia, Les choristes i ragazzi del coro, Mamma ho preso il morbillo, Mamma ho perso l'aereo, Richie rich, Mr & mrs smith, Nella mente del serial killer, Mrs doubtfire, Next, Notte prima degli esami (1-2), Notting hill, Il pesce innamorato, Ti amo in tutte le lingue del mondo, I laureati, Il laureato, Il ciclone, Patch adams, Pretty woman, Pretty princess, 4 amiche e un paio di jeans, Robin hood,  L'uomo in calzamaglia, Save the last dance, Scary movie (tutta la saga), Sister act (1-2), Sognando beckham, Spider-man, Step up, The aviator, Titanic, The truman show, 3 uomini e una gamba, Troy, Il gladiatore, Rain man, Grease, Un amore di testimone, Il matrimonio del mio migliore amico, La cosa piu dolce, Notte brava a las vegas, Semplicemente irresistibile, 30 anni in un secondo, Il diabolico barbiere di fleet street, The secret window, Vi presento joe black, Viva zapatero, Alla ricerca della felicità, L'appartamento spagnolo,  Un principe tutto mio, Era mio padre, Miss potter, Perchè te lo dice mamma, L'uomo perfetto, Può succedere anche a te, Qui dove batte il cuore, Tentazioni d amore, Neverland,  Billy elliot,  Mr magorium e la bottega delle meraviglie, Vizi di famiglia, Cinderella man, Fuori in 60 secondi, La guerra dei roses, Scrivimi una canzone, Mio fratello è figlio unico, Serendipity, Il giardino delle vergini suicide, Men in black (1, 2, 3 ), Una settimana da dio, Hitch  lui si che capisce le donne, 10 cose che odio di te, 134 modi per innamorarsi, 2 single a nozze, 3 metri sopra il cielo, 300, About a boy, Aeon flux, Amori e incantesimi, Arthur e il popolo dei minimei,  Catwoman, C'era un cinese in coma, Che pasticcio bridget jones, Chi ha incastrato roger rabbit, Cinderella story, Disturbia, Dragonfly, 50 volte il primo bacio,

mercoledì 6 febbraio 2019

LUCIANO CALDORE NUOVO BRANO L'URDEMO VASE


Che dire Luciano ancora una volta hai fatto centro, un brano bellissimo e tu sei super professionale.

Tu sei un artista  completo sai cantare, recitare, hai fatto il presentatore che vogliamo più, aspettiamo tutti di vederti su quel gran palco che tu meriti più di tutti.

Con questo nuovo lavoro discografico arriverai fino in vetta e tutti ti guarderanno dal basso, che dire ti faccio i miei complimenti e ti ringrazio per tutte le emozioni che ci dai un abbraccio Giuseppe.

lunedì 4 febbraio 2019

IL MERCENARIO E LA BANDIERA


Salve ragazzi non posso non parlare di questo grandissimo giocatore che si accinge a lasciare il Napoli per un contratto milionario in cina.

Volevo dire due parole a riguardo ma non tutti la pensiamo allo stesso modo dopo 12 anni di carriera nella  S.S.C.Napoli, si parte per la cina ma veramente Hamsik sente il bisogno di guadagnare di più, seppure ultimamente non rientrava in pieno nei piani di Ancelotti.

Visto gli ultimi progressi al ribasso del giocatore e le continue panchine e lo scarso rendimento, mettono in condizione il giocatore di cambiare squadra.

Tutto ciò già accaduto in passato con i vari Lavezzi, Cavani, Higuain ecc ecc.

Però ce da dire che Hamsik rimane la bandiera dopo 12 anni se tutto ciò si avverasse sarebbe normale andare via non saprei ci sono stati altri grandi calciatori che hanno rifiutato grosse cifre e grandi cosietà pur di restare in quel club da loro definito casa mia.

Cosa ne pensate voi avreste fatto la stessa scelta, e cosa spinge un calciatore ad andare via e cosi lontano anche se per un giocatore straniero e normale.

Per voi resta una grande Bandiera ho un Mercenario......

A Voi i Commenti...........Forza Napoli Sempre......

domenica 3 febbraio 2019

TENTATO STUPRO E AGGRESSIONE



Modena, 3 febbraio 2019  Le ha messo le mani addosso e quando lei ha cercato di ribellarsi le ha strappato i vestiti, l’ha presa a pugni sul volto, strattonandola e tentando in tutti i modi di immobilizzarla.
Poi l’ha scaricata in tangenziale, come una vecchia bambola di pezza.
Ma a subire l’ennesima violenza è stata una 40enne marocchina, visitata a lungo e medicata, ieri, al pronto soccorso del Policlinico dove è stata trasportata in stato di choc. Lui, l’aggressore, sarebbe già stato identificato dai carabinieri ma sono in corso indagini per ricostruire la dinamica esatta di una notte di violenza.
L’episodio si è verificato intorno a mezzanotte la straniera si è trattenuta insieme ad alcuni amici all’interno di un locale nei pressi del centro. Lei, come altre amiche e amici della compagnia, avrebbero però sollevato troppi calici e, un brindisi dopo l’altro, avrebbero poi saggiamente deciso di non mettersi al volante ma, piuttosto, di farsi accompagnare vista anche l’ora tarda.
Così il resto del gruppo avrebbe contattato un connazionale al quale sarebbe stato chiesto, dietro la corresponsione di una somma, di accompagnare la donna a casa. A metà tragitto, però, il conducente avrebbe accostato l’auto per poi aggredire la vittima, afferrandola per i polsi, strattonandola e strappandole i vestiti.
L’uomo avrebbe approfittato proprio del suo stato di alterazione psicofisica - era ubriaca - per cercare di abusare di lei, forse convinto che la 40enne non avrebbe avuto le forze di sottrarsi o comunque di chiamare aiuto.
Lei invece, intuendo le pericolose intenzioni dello sconosciuto, avrebbe tentato in ogni modo di scampare alla violenza; diniego che avrebbe mandato su tutte le furie il delinquente tanto da indurlo a prenderla a pugni e a gettarla fuori dall’auto, in mezzo alla tangenziale. La vittima, ferita e terrorizzata per l’accaduto, si è messa in contatto con i militari dell’Arma ai quali, seppur in stato confusionale, ha spiegato di aver appena subito un’aggressione a scopo sessuale.
La 40enne è stata poi trasferita all’ospedale dove hanno preso il via tutti i necessari accertamenti sanitari per far luce su quanto accaduto. La vittima è stata infatti affidata ad un speciale team che si occupa proprio di violenza alle donne.
Sul suo corpo sarebbero stati riscontrati i numerosi segni dell’aggressione: ecchimosi sulle braccia, al volto tumefatto  e sulle gambe. Gli abiti della donna sono stati sottoposti a sequestro e subito è scattata la denuncia per il reato di violenza sessuale. Il responsabile sarebbe già stato idenficato.

sabato 2 febbraio 2019

VUOI VEDERE LA PARTITA DEL NAPOLI IN CHIARO SENZA SPENDERE UN CENTESIMO






Se vuoi vedere la partita del Napoli copia questo link e incollalo sulla barra di ricerche di google.

Link : http://www.hesgoal.com/news/40620/Napoli_vs_Sampdoria.html

Sito: www.hesgoal.com

Buona Visione e Forza Napoli Sempre......

venerdì 1 febbraio 2019

DERUBATO IL NOTO TATUATORE CERTIFICATI DEI GUINNESS E ATTREZZATURA


Carpi 31 gennaio 2019  Un computer, un I-Pad, una tavola grafica, una chitarra e due certificati originali  del World Guinness Record.

Era l'attrezzatura del famoso tatuatore di Limidi di Soliera Alessandro Bonacorsi, in arte Alle Tattoo, che i ladri hanno rubato mercoledì sera spaccando i vetri dell'auto di un'amica di Bonacorsi.

I due erano a cena in un ristorante di via delle Magliaie a Carpi quando i ladri hanno svaligiato l'auto della  responsabile del fans club di Alle Tattoo portando via tutta l'attrezzatura del tatuatore.

Solo gli oggetti elettronici valgono circa cinquemila euro  spiega  ma i certificati originali del Guinness valgono molto di più.

I due certificati rubati si riferiscono a due dei record conquistati da Bonacorsi, il maggior numero di tatuaggi in 12 ore, 836 tatuaggi, e la sessione più lunga di tatuaggio, 63 ore consecutive.

L'attrezzatura serviva a Bonacorsi per la presentazione che dovrà tenere al Mao di Torino, il Museo di arte orientale, il prossimo 10 febbraio.

I ladri hanno spaccato il vetro e portato via tutto, Bonacorsi  non ha potuto fare altro che presentare denuncia.

Mi chiedo come cavolo facevano a sapere che in quel auto cera tutto ciò buo a voi i commenti.

giovedì 31 gennaio 2019

RAPPER XXX TENTACION ECCO COS'E' SUCCESSO DOPO LA SUA MORTE



XXX Tentacion il rapper ucciso in una sparatoria lo scorso giugno, il figlio è nato sette mesi fa dopo la morte del padre.
La sua compagna, Jenesis Sanchez, era incinta quando il cantante ha perso la vita.
Il piccolo si chiama Gekyume Onfroy in omaggio a una parola alla quale il rapper era particolarmente legato e che per lui significava ( un nuovo stato delle cose ) come spiega L'Independent.
All'anagrafe Jahseh Dwayne Onfroya, aveva vent'anni quando è stato colpito da un arma da fuoco mentre si trovava a Deerfield Beach, Miami.
Il rapper stava uscendo da un rivenditore di motociclette nel sud della Florida e un uomo armato ha raggiunto il suo veicolo e gli ha sparato.
Intanto è stato pubblicato un nuovo disco postumo, si tratta del secondo in meno di un anno dalla sua scomparsa.
Il mixtape, intitolato Members only volume 4 è stato pubblicato il 23 gennaio, in occasione di quello che sarebbe stato il ventunesimo compleanno del rapper, mentre a dicembre è uscito Skins contenente alcune registrazioni alle quali XXX Tentacion stava lavorando prima della sua morte.
Eravate a conoscenza di questo Rapper XXX Tentacion.

mercoledì 30 gennaio 2019

LUCIANO CALDORE SEI UNICO ( NU SI GELOS CHIU )


Strepitoso e unico come sempre sei il migliore, complimenti per questo nuovo lavoro discografico e stupendo.

martedì 29 gennaio 2019

A NOI I NAPOLETANI NON PIACCIONO



Partita negata sabato sera a Courmayeur per il napoletano A. M.

Che trovandosi in vacanza nella celebre località sciistica con la famiglia aveva pensato bene di recarsi con i figli al Bar Caffè delle Guide per assistere  match del Napoli. 

Quella che doveva essere una tranquilla serata in famiglia, però, si è trasformata in uno spiacevole episodio di discriminazione per il tifoso partenopeo.

All'ingresso, infatti, una persona del locale avrebbe risposto in tono offensivo «a noi i napoletani non piacciono e le partite del Napoli non le facciamo vedere».

Il tutto a  voce alta suscitando tristemente, come spiega A. M., anche delle risate di compiacimento da parte di alcune persone che erano sedute in sua compagnia.

Ho accompagnato i miei due bimbi, di 11 e 8 anni scioccati per quanto avevano sentito, fuori dal bar e sono rientrato per chiedere spiegazioni  spiega il napoletano.

La stessa persona, infastidita dal fatto che mi fossi permesso di rientrare, alla mia richiesta di spiegazioni ha ribadito, con modi arroganti, il concetto che i napoletani a lui non piacciono,  perché sono tutti ladri.

Quando gli ho fatto notare che anche io sono di origini napoletane, ha continuato rincarando la dose, aggiungendo che siamo tutti ladri perché spesso quando ci sono dei napoletani nel locale fanno sempre casino e spesso rubano anche dei soldi dalla cassa.

E comunque il locale è il suo e lui nel suo locale i napoletani non li vuole.

Ovviamente seccato per l'accaduto, A. M. però non ha voluto lasciar passare la cosa sotto silenzio ed ha quindi chiamato i carabinieri che hanno ascoltato separatamente me e l'altra persona, dicendomi che al momento non potevano fare niente perché un locale può decidere se far vedere o meno una partita, spiega ancora A. M. che ha poi scritto sia al Comune di Courmayeur che alle Guide Alpine per denunciare l'accaduto in attesa di valutare se proseguire o meno per le vie legali. 

Stiamo parlando di un episodio di inaccettabile discriminazione avvenuto in pieno centro di una delle località turistiche più rinomate d'Italia e d'Europa  conclude A. M.  di cui sono assiduo frequentatore da circa dieci anni e mai mi sarei aspettato che sarebbe potuto accadere quanto è purtroppo successo.

Aggiungo inoltre, che il  Bar Caffè delle Guide di Courmayeur è un locale dal passato glorioso, il cui nome da solo evoca una categoria, le Guide Alpine, che da sempre si sono distinte per la loro passione nell'aiutare chiunque fosse in difficoltà, in un ambiente che spesso mostra il suo volto più crudo, pagando non di rado un caro prezzo per la loro attività.

E spero allora che quanto riportato possa essere motivo di discussione. 

Il locale, invero, appartiene al signor Nicholas Borghi che non era presente ai fatti ma ne ha avuto comunque notizia sia dal suo dipendente che da un amico che sarebbe a sua volta amico del cliente bistrattato.

Le versioni non sono coincidenti spiega l’imprenditore  e se devo dirla tutta la persona che avrebbe avuto il battibecco con il turista è un argentino sposato con una pugliese.

Ad ogni modo, siccome sono una persona educata, mi sono premurato di mandare un messaggio di scuse tramite la moglie del mio amico, che mi risulta essere una delle migliori amiche della moglie del signore.

Pensavo che la cosa sarebbe finita lì, anche perché in ventuno anni di attività nessuno mai ci ha accusato di razzismo.

Del resto, a Courmayeur su tremila abitanti duemila saranno meridionali, prevalentemente calabresi e sardi.

Ovviamente però a questo punto tutelerò sia il mio locale che il mio dipendente, visto che sono  stati fatti anche post e commenti poco simpatici sia su Facebook che su Tripadvisor

domenica 20 gennaio 2019

RESTITUISCE 10 MILA EURO TROVATI IN UN CAMERINO



Non capita tutti i giorni di trovare 10 Mila Euro in contanti.

Ed e ancora più difficile trovare una persona che trova 10 Mila Euro in contanti e li restituisce.

Non solo non li intasca ma fa di tutto per ritrovare chi li ha dimenticati all'interno del camerino prova abiti.

Da non credere eppure e stato cosi tutto si deve ad una onestissima commessa di un noto negozio di abbigliamento nella galleria del centro commerciale il Grandemilia di Modena.

Voi credete nelle favole io si e questa per me e una favola io non ci credo e solo per fare pubblicità voi che ne dite sarà VERO.....dite la vostra.

sabato 19 gennaio 2019

INFEZIONE DA VERMI INTESTINALI




Sette casi di ossiurasi infezione parassitaria da vermi nell'intestino, accertati tra allievi del plesso Gianni Rodari di Monterusciello a Pozzuoli ( Napoli) hanno creato notevoli preoccupazioni tra i genitori. Si sono verificati anche ritiri forzati per timore di contagio.

Sul caso, il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, per scongiurare ulteriori situazioni di criticità e di allarme, ha interpellato il dipartimento di Epidemiologia dell'Asl Napoli 2 Nord, che svolte le indagini del caso, in una nota ha specificato, non sussiste alcuna necessità di allontanare dalla comunità scolastica i casi accertati già dopo il primo trattamento e non è prevista alcuna disinfestazione specifica, né tanto più la chiusura della scuola.

L'ossiuriasi è una comune infestazione intestinale benigna che attacca soprattutto i bambini in età scolare.

Secondo quanto riferito dall'Asl, basta seguire le corrette norme di igiene e prevenzione, come il lavaggio accurato e frequente delle mani, la doccia giornaliera, i cambi e i lavaggi frequenti di biancheria e pigiami in quanto le uova presenti su effetti letterecci, pigiami e intimo vengono uccise in pochi secondi a 55 gradi.

E soprattutto precisa ancora l'Asl Non bisogna trattare i bambini infestati come untori.

venerdì 18 gennaio 2019

VE LO RICORDATE IL MOTOROLA RAZR


Vi ricordate il Razr, il telefono Motorola a conchiglia popolarissimo nei primi anni 2000?

Lenovo, che ora possiede il marchio Motorola, secondo il Wall Street Journal, vorrebbe lanciare una versione riveduta e corretta dello storico telefonino, piazzandolo però su una fascia medio-alta il prezzo sarebbe intorno ai 1500 dollari.

La versione originale costava circa la metà, 600 dollari, un prezzo considerato alto anche all'epoca.

Lo smartphone sarebbe pieghevole grazie ad uno schermo Oled di nuova generazione, seguendo dunque il trend del 2019 che stanno percorrendo tutte le aziende tecnologiche a partire da Samsung, e potrebbe essere lanciato già da febbraio, probabilmente in concomitanza del Mobile World Congress di Barcellona.

L'obiettivo di Lenovo è di produrre almeno 200 mila unità del dispositivo.

Stando al Wall Street Journal, l'azienda in Usa ha stretto una partnership con Verizon e il lancio dovrebbe avvenire inizialmente solo sul mercato americano.

Negli anni precedenti al lancio dell'iPhone Motorola arrivò a vendere un totale di 130 milioni di telefoni della famiglia Razr.

A Voi i Commenti..........

mercoledì 16 gennaio 2019

OVETTI KINDER NELLA BUFERA



Gli ovetti Kinder nella bufera per una sorpresa, al loro interno, decisamente surreale. La polemica non è nata negli Stati Uniti, dove dopo diversi anni di messa al bando, da qualche tempo gli ovetti prodotti dalla Ferrero vengono venduti senza le sorprese al loro interno, ma è senza dubbio qui che è destinata ad alimentarsi.
Tutto è iniziato con un pupazzetto in plastica a forma di ovetto Kinder, distribuito in tutto il mondo dentro la classica scatolina dal colore del tuorlo. Un prodotto che di fatto pubblicizza uno dei prodotti di punta della Ferrero, e che ha accompagnato l'infanzia, ma non solo, di tantissime generazioni.
Eppure, quel giocattolino ha due particolarità che hanno a che fare con gli Stati Uniti, ma che sono state notate solo nel resto del mondo, dove l'ovetto Kinder contiene al suo interno la sorpresa.
L'attenzione si sposta quasi immediatamente sui tre palloncini, ognuno dei quali riporta la lettera K. La tripla K, negli Stati Uniti come in tutto il mondo, ha un triste significato, poiché è l'abbreviazione del Ku Klux Klan, la violenta organizzazione di suprematisti bianchi che ha contraddistinto l'ultimo secolo e mezzo della storia americana.
Anche al di fuori degli States, la tripla K nell'immaginario collettivo ha sempre riportato al Ku Klux Klan, ed è anche per questo che le prime segnalazioni di questa sorpresa giudicata forse erronaemente come razzista, ma quantomeno surreale e controversa, sono giunte dai posti più disparati del mondo.
Russia, Israele e Australia in primis, come testimoniano le denunce di alcuni utenti sui social.
A rendere ulteriormente surreale la sorpresa incriminata degli ovetti Kinder c'è anche un altro dettaglio, un po' comico e grottesco. Il pupazzetto a forma di ovetto Kinder ha infatti un vistoso ciuffo biondo, che non può non ricordare la chioma del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.
Anche se negli Usa non è possibile trovare questa sorpresa, non mancano le polemiche. C'è chi accusa la Kinder di aver distribuito un prodotto che istiga al razzismo, chi invece sostiene si tratti di un messaggio subliminale proprio contro il numero uno della Casa Bianca, che viene accostato ai suprematisti bianchi.
La Ferrero, alla fine, ha dovuto diramare un comunicato chiedendo scusa per le furenti polemiche generate. L'azienda spiega così nel disegno iniziale, il giochino aveva un solo palloncino con la lettera K.
Gli altri due sono stati aggiunti per rendere la struttura complessiva più robusta e stabile, dal momento che la sicurezza e la qualità dei nostri prodotti sono molto importanti. Non volevamo assolutamente fare alcun riferimento al Ku Klux Klan e ci scusiamo davvero con chi si è sentito offeso.
Il pupazzetto in questione era in edizione limitata in quanto prodotto in occasione del cinquantesimo anniversario di Kinder, abbiamo già interrotto la produzione e tramite il servizio clienti è possibile cambiare quelli già trovati negli ovetti con altri giochini a scelta.

martedì 8 gennaio 2019

FOCACCIA E FUGASSETTE AL FORMAGGIO

 FOCACCIA
FUGASSETTE

la focaccia di Recco è davvero unica, tanto buona quanto semplice da preparare.
Bastano pochissimi ingredienti e un minimo di manualità per sfornare a casa vostra una buonissima focaccia al formaggio.
E non dimentichiamoci le fugassette di Sori, stesso impasto ma fritte in olio ovviamente sono piccole ma sempre ripiene al formaggio.

Ingredienti per 2 teglie di focaccia e 6\8 fugassette

600 gr di farina 00
70 gr di olio evo
300 gr di acqua
12 gr di sale fino
1 confezione di prescinsêua [ e La Quagliata Genovese ]
500 gr di certosa

Per la frittura delle fugassette io utilizzo esclusivamente olio extra vergine
voi utilizzate  quello di arachidi

ESULTANZA DELL'ARBITRO DEL VAR DOPO UN GOL

MADRID
La sconfitta casalinga contro la Real Sociedad (0-2)nella prima partita del 2019 brucia in casa Real Madrid, quinto nella Liga e scivolato a -10 dal Barcellona.
E il club 'blanco' è infuriato con il Var che non ha segnalato un fallo da rigore su Vinicius dopo che il direttore di gara aveva chiesto ai suoi colleghi al monitor di confermare la scelta di non assegnare il penalty.
E la rabbia non era smaltita il giorno dopo il match del 'Bernabeu' tanto che i 'blancos' hanno attaccato Munuera Montero, che era il responsabile del Var in questo match ma anche in quello perso 3-0 dal Real sul campo dell'Eibar il 24 novembre.
Come? Attraverso la tv ufficiale del club, che ha diffuso un video in cui lo si vede esultare dandosi il 'cinque' con i suoi assistenti un minuto dopo il 15' e cioè quando il primo gol dell'Eibar - analizzato al monitor - è stato convalidato.

SI SONO INVENTI IL VAR MA CI METTONO GLI STESSI ARBITRI  CHE PUNTUALMENTE SBAGLIAVANO PRIMA E FANNO PEGGIO DOPO VERGOGNATEVI
Ma come mai non mettono altre persone magari straniere al VAR....
Ottimamente  pilotato in ITALIOPOLI


domenica 30 dicembre 2018

PIZZA CON LA SCAROLA


Ingredienti per l'impasto

600 gr Farina 00
150 ml Latte
150 ml Acqua
130 ml Olio extravergine d'oliva
15 gr Lievito di birra
15 gr Sale

Ingredienti per il ripieno

Insalata Scarola
2 cespi insalata scarola
15 gr Acciughe sott'olio
10 gr Uvetta sultanina
20 gr Pinoli
1 spicchio di Aglio
40 ml Olio extravergine d'oliva
1 Uova
Sale q.b.
Pepe Nero q.b.

Preparazione:

Per l'impasto della pizza all'olio sciogliere il lievito di birra in un pochino di acqua tiepida (la temperatura giusta dell'acqua deve oscillare tra i 30° e i 40°). Nel frattempo in un'impastatrice montare il gancio e lavorare la farina con il latte e il resto dell'acqua, unire a filo l'olio e in ultimo l'acqua con il lievito sciolto e alla fine anche il sale. Quando il composto diventa uniforme formare una palla e farla lievitare per circa 2 ore a temperatura ambiente coperta da un canovaccio.

Nel frattempo lavare la scarola, tagliarla a striscioline e farla soffriggere, una volta ben asciugata, in padella con un filo di olio e lo spicchio d'aglio privato dell'anima; quando l'aglio è dorato toglierlo e unire invece le acciughe facendole cuocere fino a che non si disfano. A questo punto aggiungere l'uvetta sultanina precedentemente ammollata in acqua fredda, i pinoli, sale pepe. Far cuocere per circa 5 minuti, scolando poi l'acqua in eccesso.

Riprendere l'impasto della pizza all'olio, dividerlo in due parti e stenderle formando due dischi; con uno rivestire una teglia rotonda leggermente unta, bucherellarlo con una forchetta e farcirlo con il sugo di scarola, coprire poi con l'altro disco sempre bucherellandolo; spennellare questa pizza di scarola con l'uovo leggermente sbattuto con un goccio di latte e far cuocere in forno a 180° preriscaldato per circa 25-30 minuti o comunque fino a che la superficie non risulta dorata e croccante.

CASATIELLO




Ingredienti

  • 600 g di farina forte (io 0 per pizza coop)
  • circa 300 ml di acqua
  • 25 g di lievito di birra (io ne ho usato 15 g aumentando i tempi di lievitazione)
  • 225 g di strutto
  • 100 g tra pecorino e parmigiano reggiano
  • 150-200 g salame napoletano
  • 150 g provolone semi piccante
  • 12 g di sale
  • abbondante pepe
  • 4 o 6 uova per decorare
  • Preparazione

    Preparate la pasta del pane impastando la farina con 50 g di strutto, l'acqua tiepida ed il sale fino ad avere un impasto morbido ed elastico, io ho utilizzato 300 ml di liquido, vi dovete regolare in base alla farina che usate.
    Fate lievitare l'impasto in un recipiente coperto dalla pellicola per alimenti fino a quando non triplica. Consiglio di metterlo nel forno spento con luce accesa.
    Quando l'impasto è ben cresciuto, dopo circa un paio di ore, trasferite l'impasto su di un piano di lavoro leggermente infarinato, sgonfiatelo e stendetelo formando un rettangolo dallo spessore di 1 cm.
    Ora dovete iniziare a farcire il vostro impasto con lo strutto,il pepe e i formaggi grattugiati. Dovete fare diverse pieghe a libro e ad ogni piega inserire parte della farcia, per quest'operazione potete usare il mattarello in modo delicato per non "stressare" troppo l'impasto.
    Iniziate a spalmare circa 1/4 dello strutto morbido, usando le mani o una spatola, sul rettangolo di pasta, aggiungete un po' dei formaggi grattugiati ed il pepe. Piegate il rettangolo a libro come si fa per la pasta sfoglia(guardate la foto), stendete nuovamente la pasta e procedete come sopra con la farcia.
    Proseguite così fino ad esaurimento dello strutto, io ho fatto 3 giri di pieghe.
    Tra una piega e l'altra fate riposare l'impasto 5 minuti in modo da far distendere il glutine. Prendete un pezzo d'impasto e tenetelo da parte, vi servirà per fare le striscioline sulle uova.
    Con l'ultima spalmata di strutto si aggiungono il salame ed il provolone tagliati a cubetti. Arrotolate la pasta delicatamente su se stessa come un salame.Ungete uno stampo con il buco al centro con la sugna e sistematevi dentro il rotolo unendo bene le due estremità e fate lievitare fino al bordo dello stampo coperto da un canovaccio, ci vorranno circa 3 ore. (i tempi di lievitazione sono sempre soggettivi, perché dipendano dalla temperatura dell'ambiente e da quanto lievito usate).
    Lavate bene il guscio delle uova con cui andrete a decorare il vostro rustico, disponetele a raggiera con le punte rivolte verso il centro dello stampo , con l'impasto tenuta da parte fate dei bastoncini che disporrete a croce sulle uova.
    Spennellate il casatiello con un tuorlo d'uovo. Accendete il forno a 180° e quando è tiepido e non ha ancora raggiunto la temperatura, infornate il rustico in modo che cuocerà lentamente nel forno, ci vorrà circa 1 ora, prima di sfornare fate la prova stecchino.
    Servire freddo, si conserva bene per 3-4 giorni ben chiuso in pellicola per alimenti.

giovedì 11 ottobre 2018

JUVE DUE TURNI DI SQUALIFICA



La Corte Sportiva d'Appello Nazionale ha respinto il ricorso della Juventus contro la chiusura per un turno della tribuna sud e ha aggravato la sanzione: passano a due le gare da disputare con i settori 'Tribuna Sud 1° e 2° anello' privi di spettatori, con sospensione dell'esecuzione della seconda gara mentre resta confermata l'ammenda di 10 mila euro.

Il giudice sportivo aveva sanzionato il club bianconero per cori di insulto di matrice territoriale nei confronti del Napoli e per un coro razzista all'indirizzo di Koulibaly.
A Voi i Commenti.........
Forza Napoli Sempre Al Di La Del Risultato.

martedì 12 giugno 2018

VERGOGNOSO CORO CONTRO I NAPOLETANI

ROMA
Con un comunicato ufficiale la Figc ha reso noto gli esiti dell'incontro con i vertici della Juventus dopo quanto accaduto negli spogliatoi dello stadio di San Mauro Pascoli (FC)
In relazione ai cori dei giovani giocatori bianconeri contro il Napoli, le parti hanno varato «per i ragazzi della formazione Under 15 bianconera un percorso formativo, che inizierà immediatamente nei giorni successivi alla gara in questione, sulle tematiche del rispetto dell’avversario e del corretto uso degli strumenti digitale.
Nella nota si precisa che la Juventus ha manifestato la più ampia disponibilità nel censurare l’evento, valutando anche la possibilità di ritirare la  compagine Under 15, resasi responsabile di questa vicenda, cosa che però inevitabilmente comprometterebbe il regolare svolgimento del campionato.

SEGNALAZIONE AGLI INQUIRENTI.

La vicenda è stata segnalata dal Presidente del SGS Vito Tisci agli organi inquirenti federali per l’accertamento di eventuali violazioni delle normative vigenti continua il comunicato.
Il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC e la Juventus auspicano che tali intemperanze non si manifestino più e invitano i media al rispetto della tutela di tutte le parti interessate, inclusi i minorenni purtroppo protagonisti di questa vicenda.

A VOI I COMMENTI.......

Link del video ( https://youtu.be/RsVQ9JkM_Zw )

GENERAZIONE DI FALLITI INUTILI
UNA SOLA PAROLA VERGOGNATEVI.

domenica 29 aprile 2018

ANCORA SCANDALO CALCIO

Le immagini parlano chiaro e non solo queste.
Siamo alle solite anche ieri sera Orsato commette errori troppo evidenti e a pagarne le spese questa volta e l'inter, che si vede espellere un giocatore già dai primi minuti di gioco per poi ritrovarsi a subire falli ancora più evidenti non sanzionati da Orsato.
Ma come mai quest'arbitro fa questi errori e molto evidenti e nessuno dice e fa niente.
Ma non vi sembra strano.
Cmq vada campionato già scritto e finito se continua cosi l'arbitraggio!!!!!!!
a voi i Commenti 

domenica 18 marzo 2018

CLAMOROSA SIMULAZIONE DI DYBALA





Salve vorrei dire la mia riguardo a Dybala per me e condotta anti sportiva, per Dybala andrebbe utilizzata la prova tv e dargli 3 giornate di squalifica si butta per terra senza essere toccato e in più occasioni.
E una vergogna.....A VOI I COMMENTI..........

martedì 22 novembre 2016

CONFIGURAZIONE EMAIL PER ANDROID....

ecco dei passaggi per configurare l'Email
Server in Entrata: pop.tuodominio.it
Server in uscita SMTP: authsmtp.tuodominio.it
Nome utente: l’indirizzo email per il quale stai configurando l’account (es: mario.rossi@tuodominio.it) o smtp@tuodominio.it (se hai attivato l’SMTP sul dominio)
Password: la password inserita al momento dell’attivazione
Per usare il tuo account di posta elettronica su Android (Samsung Galaxy) inizia aggiungendo il tuo primo account su Mail. Accedi a Mail e a Impostazioni account, inserisci il tuo indirizzo email: es. mario.rossi@tuodominio.it, tocca Avanti
Seleziona il tipo di account: IMAP
In Nome utente inserisci l’indirizzo per cui stai configurando l’account (es. mario.rossi@tuodominio.it).In Password, inserisci la password scelta durante l’attivazione del servizio SMTP. In Server IMAP inserisci pop.tuodominio.it.
In Porta inserisci 143. Deseleziona Tipo di sicurezza: SSL/TL (accetta tutti i certificati).Tocca Avanti.
Inserisci il Server della posta in uscita (smtp).
Se hai l’SMTP da 20 invii al giorno per casella, compreso nella tua email, inserisci:
In Server SMTP, l’indirizzo del server SMTP: authsmtp.tuodominio.it.
In Porta 25. Se dovesse risultare bloccata, puoi inserire in alternativa la porta 587.
Deseleziona Tipo di sicurezza.
In Nome utente, l’indirizzo per cui stai configurando l’account (es. mario.rossi@tuodominio.it).
In Password, la password scelta durante l’attivazione del servizio SMTP.
Tocca Avanti e passa allo step 3.Se hai acquistato l’SMTP, che ti consente di inviare da 1.000 a 10.000 messaggi al giorno, vai alle indicazioni in fondo a questo post.
Se hai acquistato l’SMTP,che comprende da 1.000 a 10.000 invii al giorno, e hai scelto di associarlo al tuo dominio, dal tuo Pannello di controllo, inserisci:
In Server SMTP, l’indirizzo del server SMTP: authsmtp.tuodominio.it
In Porta 25. Se dovesse risultare bloccata, puoi inserire in alternativa la porta 587.
Deseleziona Tipo di sicurezza
In Nome utente, smtp@tuodominio.it
In Password, inserisci la password scelta durante l’attivazione del servizio SMTP
Tocca Avanti.
Se hai acquistato l’SMTP che comprende fino a 10.000 invii al giorno e hai scelto di associarlo ad una sola casella email, dal tuo Pannello di controllo, inserisci come Server SMTP, l’indirizzo del server SMTP: authsmtp.tuodominio.it. Come Nome utente: mario.rossi@tuodominio.it e come Password: quella scelta durante l’attivazione. Tocca Avanti.
Seleziona: Sincronizza le e-mail da questo account e tocca Avanti
Inserisci il nome dell’account (es mario.rossi@tuodominio.it) e il nome che verrà visualizzato come mittente.

giovedì 28 aprile 2016

ASTRONAVE ALIENA IN ITALIA

“Non potevo crederci” afferma il testimone Antonio Porfido, 66 enne residente della zona.

Ieri è stato un giorno particolare. Il tempo non è stato certo dei migliori, una fitta pioggia è venuta giù, ma, a un certo punto credevo che stesse per venire la fine del mondo. Non nascondo che ho avuto una certa paura quando, quella visione strana mi si è parata dinanzi.

Queste le parole di uno spaventato quanto estasiato testimone. Antonio, noto barista del posto, quel giorno dice di aver visto la Madonna, o, forse, qualcosa di più: un’enorme astronave aliena, quello comunemente chiamato disco volante. La tensione e l’emozione è stata tanta in paese, l’intera provincia di Avellino è rimasta sconvolta, tanto da far intervenire addirittura il deputato irpino Franco Iandolai che ha tranquillizzato la popolazione del posto: “Non c’è nulla da temere, stiamo verificando con la dovuta cautela e accuratezza l’accaduto.

Non si tratta di certo del primo avvistamento alieno nel mondo, eppure l’avvenimento ha destato, come detto, un’attenzione forte; in Campania è stato deciso di istituire un presidio fisso sul Laceno di alcuni esperti in ufologia e paranormale in modo da meglio monitorare la situazione che, col passare delle ore, pare farsi sempre più sfuggente e fitta di misteri.

“Un grande cerchio si è stagliato nel cielo, una macchia nera come la pece si è ingenerata tra le nuvole. E poi un vivo bagliore è esplodo d’improvviso. Un fenomeno strano, affascinante, terribile, bellissimo al contempo.

Quelli erano sicuramente alieni, non ho alcun dubbio”. Queste le parole di un altro testimone, Carlo Altrovita, parole che non fanno altro che confermare ogni sospetto. Il noto ufologo Martino Marziali parla di “sonda aliena.

Credo siamo di fronte a un’ispezione extraterrestre, una “sonda aliena” appunto. Gli ufo, in pratica, stanno come sondando il terreno per meglio capire il territorio irpino.

Nel nostro campo ancora non abbiamo capito cosa significhino queste ispezioni. Forse una colonizzazione? Non lo so. Di certo siamo di fronte a un sicuro avvistamento alieno.

Di più non sappiamo dirvi. Intanto visionate con attenzione la foto e valutate da soli.

giovedì 21 aprile 2016

MORSO DA SERPENTE NEL BAGNO GRAVE RAGAZZO DI 24 ANNI

È successo a Modena, dove nella notte è arrivato un ragazzo al pronto soccorso d’urgenza, in seguito a un grave avvelenamento dovuto la morso di un serpente. Non si conoscono ancora bene le dinamiche, a quanto hanno riferito i familiari il ragazzo non possedeva alcun rettile, e nessuno in casa ha questo hobby.

La vittima si chiama Luca Albertoni, ha 24 anni, ed è uno studente di economia.“Stavo preparando la cena quando ho sentito un urlo atroce provenire dal bagno” dichiara la Signora Albertoni ai giornalisti “siamo corsi ad accertarci cosa fosse successo, e ho visto Luca a terra, che si teneva la amba, e del sangue che gli colava, sono sconvolta”.

Il serpente sarebbe saltato fuori dal water, come in una trama di un film, avrebbe morso alla gamba il ragazzo, che ha avuto la prontezza di scattare una foto, capendo che avrebbe potuto salvargli la vita. E infatti grazie a questa foto è stato possibile stabilire la specie, e quindi l’antidoto di riferimento.

Sono molti i rettili in Italia che sono tenuti nelle case, anche illecitamente, e che spesso fuggono dalla loro teca causando gravi problemi, come nel caso di questo serpente.

Il ragazzo è in prognosi riservata, visto che è arrivato in ospedale con colpevole ritardo, e già i tessuti adiacenti al morso erano andati in necrosi.

Un altro caso incredibile di cronaca che riguarda i serpenti in Italia!

martedì 19 aprile 2016

CHIESTO L'ERGASTOLO PER GASTONE

CIRO VIVE

Il Pm di Roma ha chiesto L'ergastolo nei confronti di Daniele De Santis.

Ultrà romanista accusato di aver sparato a Ciro Esposito nel corso degli scontri avvenuti poche ore prima della finale di coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, il 3 maggio 2014.

Massimo della pena, quindi, per "Gastone" che subito dopo la richiesta del Procuratore.

Ha urlato in aula: "L'ergastolo me lo do da solo, non me lo date voi. Non ho paura di morire io BUFFONI

domenica 17 aprile 2016

TI PIACE VINCERE FACILE

Non dirmi che non ai visto icardi in fuori gioco..

se in questo calcio ci fossero persone oneste tutto questo non sarebbe possibile...

Questo e un sistema a pagamento, altrimenti come si può spiegare che la regola cambia da partita a partita.

Questa immagine non andrà mai davanti ad un giudice che dovrà decidere il risultato di quello che si vede..

Se vedi quello che vedo io all'ora quest'uomo va ( denunciato ) questo non e un errore o una svista questo e palese che va a fare un favore a chi e li davanti ce poco da dire in merito...

VERGOGNA ASSOLUTA........

mercoledì 13 aprile 2016

L’ARBITRO IRRATI ADESSO AMMETTE SONO ANDATO IO ADDOSSO AL PIPITA


La verità (tardiva) che scagiona Higuain

Nella vicenda della squalifica di Higuain, una commedia che fa ridere poco, c’è un nuovo capitolo. Riguarda una dichiarazione che l’arbitro di Udinese-Napoli, Irrati, avrebbe reso a un esponente della giustizia sportiva - per inciso, la Corte d’appello non è stata ancora costituita: si riunirà venerdì per esaminare il ricorso dell’argentino, squalificato per 4 giornate - sul suo gesto verso l’attaccante azzurro dopo l’espulsione. Lo avrebbe definito «assolutamente sconveniente», secondo quanto ha riferito, adoperando per cautela il condizionale, l’ex internazionale Cesari nel corso del programma «Tiki Taka» su Italia 1. 

Il talk show di Pierluigi Pardo è sul filo dell’ironia, ma questa è una storia seria. Se fosse come ha detto Cesari, chi da Roma ha già contattato Irrati, che secondo prassi dovrebbe essere ascoltato telefonicamente per una integrazione del referto stilato domenica 3 aprile soltanto quando il collegio presieduto dal giudice Mastrandrea si ritirerà in camera di consiglio? Otto giorni fa il giudice sportivo Tosel aveva anticipato il verdetto, fornendo particolari su quanto scritto da Irrati, in telefonate ad alcuni giornalisti conosciuti e allo sconosciuto speaker di una radio napoletana. L’altra sera in tv Cesari ha rivelato il colloquio dell’arbitro con un esponente della giustizia sportiva
(«Sembra, sembrerebbe che abbia definito quel movimento assolutamente sconveniente»).

Ma che giustizia è questa? Incurante dei metodi adoperati ai suoi danni (e sui quali avrebbe dovuto fare luce la Lega di Serie A: non risultano, invece, provvedimenti a carico del 76enne Tosel), il Napoli è andato avanti in silenzio, affidando all’avvocato Grassani la difesa di Higuain, che venerdì si presenterà nel «tribunale» federale romano, a un passo da via Veneto, per chiedere di dimezzare la squalifica da quattro a due giornate, quindi di giocare martedì 19 contro il Bologna e lunedì 25 contro la Roma. L’attaccante chiarirà di non avere spinto l’arbitro - e l’aggettivo «sconveniente» che avrebbe adoperato Irrati, secondo la rivelazione di Cesari, lo conferma - e di aver urlato «vergognoso» senza l’intenzione di offenderlo. E in effetti quell’aggettivo può essere considerato una critica, forte, ma non un’offesa.

Esperti di diritto sportivo sostengono che a Higuain potrebbe essere risparmiata una giornata di squalifica, non due. Ma se l’intenzione del Pipita non era quella di spintonare Irrati, perché quel suo gesto deve continuare ad essere considerato violento e offensivo? Il provvedimento di primo grado non è stato serio, perché una sentenza non può essere mai anticipata, come ha fatto Tosel. La giustizia sportiva di secondo grado, entrando nel merito, ha l’occasione per offrire una dimostrazione di maggiore attenzione e serietà, consentendo a Higuain di tornare in campo per le partite contro Bologna e Roma.

Sarebbe indirettamente un modo per permettere al Napoli di giocarsi alla pari della Juve il finale di campionato, anche se il distacco è salito a sei punti dopo la sconfitta a Udine: gli azzurri non hanno paura di quanto può avvenire in campo, e la dimostrazione si è avuta domenica scorsa con una prestazione di bel gioco e forte carattere contro il Verona, piuttosto per eventuali tranelli fuori.


Negli ultimi tempi ci sono state troppe ombre sull’affascinante sfida tra le squadre di Allegri e Sarri, a cominciare da quelli relativi alla direzione dell’arbitro Rizzoli in Torino-Juve. A proposito, stasera torna ad esibirsi sul palcoscenico internazionale, lo aspetta stavolta il derby di Champions League Atletico Madrid-Barcellona e lui sa che in Europa atteggiamenti isterici come quelli di Bonucci non possono essere tollerati, né tantomeno concedere vantaggi in ossequio a quella sudditanza psicologica che in Italia continua a resistere dieci anni dopo Calciopoli.

giovedì 31 marzo 2016

SAI COS'E' LA GIACENZA MEDIA ANNUA ??

Qui ti spiego in modo semplice e veloce cos'è, serve anche per fare il modello ISEE.

Sempre più spesso in tema di conti corrente si sente parlare di giacenza media annua. Ma cos’è la giacenza media annua? Come si calcola? Innanzitutto una premessa, la giacenza media annua viene alla ribalta nel 2015 conseguentemente alla riforma del modello ISEE. Infatti, con il nuovo modello ISEE cercherà di stanare i “finti poveri” nascosti tra coloro che davvero necessitano di sostegno. Ma in che modo la giacenza media annua entra a far parte di questa caccia al “finto povero”? Con il nuovo ISEE  è necessario compilare il MODULO FC.1 – QUADRO FC2 “PATRIMONIO MOBILIARE” del nuovo modello ISEE, cioè informazioni che riguardano il possesso di conti correnti bancari e postali, Titoli di Stato, rapporti finanziari detenuti all’estero, partecipazioni azionarie ecc detenuti alla data del 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione. Ed è qui, in questo modulo che fa la sua compara la giacenza media annua.

Cos’è la giacenza media annua?

Dal 1° gennaio 2015 i contribuenti che richiederanno la dichiarazione sostitutiva unica, DSU, sono obbligati a dichiarare sotto la propria responsabilità due dati molto importanti riguardanti il patrimonio mobiliare: saldo e giacenza. La giacenza media annua di un conto corrente, non è altro che la somma di denaro di cui dispone il cliente nell’anno, e cioè, l’importo medio depositato sul conto. Va da se che maggiore sarò la giacenza media annua e minori saranno le “prestazioni” offerte dallo stato.

Come si calcola la giacenza media annua?

Scoperto cos’è la giacenza media annua, scopriamo come si calcola. Per calcolarla si deve far riferimento agli estratti conto in cui sono riportati i dati che servono per calcolare la somma delle giacenze giornaliere da dividere poi per 365, cioè i giorni dell’anno. Spieghiamo con maggior dettaglio. Per calcolare la giacenza media annua è necessario recuperare tutti gli estratti conto bancari o postali ricevuti nel corso dell’anno, successivamente per ciascuno di essi sarà necessario rilevare i numeri creditori totali e sommarli. Arrivati a questo punto basterà dividere per 365. Insomma capire cos’è la giacenza media annua è abbastanza intuitivo, non lo stesso si può dire per il calcolo. Tuttavia, nonostante non sia intuitivo per i meno avvezzi alla matematica, calcolare la giacenza media annua è abbastanza semplice una volta capito il funzionamento.

sabato 26 marzo 2016

VENDO LG F60 4G IN GARANZIA

VENDO PER PASSAGGIO AD ALTRO TEL.
LG F 60  4G  in garanzia Scatola completa comprato a dicembre scorso
OS Android v4.4.2
Qualcomm MSM8916 Snapdragon 410
PS LCD touchscreen capacitivo, 16M colori
schermo da 4,5
Quad-core da 1,2 GHz Cortex-A53
fotocamera 5 MP, autofocus, flash LED
Interno 4/8 GB, 1 GB di RAM
microSD, fino a 32 GB
Wi-Fi 802.11 a / b / g / n, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot
Bluetooth v4.0, A2DP
GPS Sì, con A-GPS, GLONASS
Radio radio FM
USB microUSB v2.0
Vibrazione; MP3, WAV suonerie
Altoparlante
jack da 3,5 mm sì
Geo-tagging, touch focus, panorama
Video 720p @ 30fps
Secondario VGA
ECC ECC....
A SOLI 80 EURO

martedì 22 marzo 2016

URBANO CAIRO SBOTTA A TIKI TAKA



TORINO, CAIRO RINCARA – Il Torino si è sentito danneggiato durante il derby contro la Juventus per le decisioni del direttore di gara Nicola Rizzoli: il tecnico Giampiero Ventura si è lamentato soprattutto per i mancati rossi ad Alex Sandro e Bonucci e il gol regolare annullato a Maxi Lopez nella ripresa, che avrebbe cambiato sicuramente il corso del match. Il presidente del Toro Urbano Cairo, intervistato dalla trasmissione Tiki Taka su Italia 1 ha espresso tutto il proprio rammarico: “L’abbiamo quasi pareggiato e Ventura era molto arrabbiato, mai visto così. Il gol di Maxi era regolare, BonucciAlex Sandro andavano espulsi, così come Glik. Anche in altri derby passati siamo stati danneggiati, vuol dire che contro la Juventus non siamo fortunati”.
VOI COSA NE PENSATE.......

lunedì 21 marzo 2016

LA PIOVRA BIANCONERA

Non Voglio per forza condizionare qualcuno ma a vedere questo Schema, Che Comprende Una Serie Di Società che va dal primo azionista che gestisce e controlla il tutto Fino all'ultima ruota del carro gestita sempre dal primo azionista.

Vi chiedo Ma chi comanda una società??

Una società e gestita dal  Primo Azionista che gestisce e Controlla il tutto.

E fino a qui ci siamo siete d'accordo.

Comunque al comando di questa società ce la famiglia Agnelli.

Mo io dico tu sei il primo azionista e gestisci il tutto e in tutto questo ce anche la tua società di calcio Juventus F.C.

Poi Tra le altre Società da te sostenute economicamente ce anche:

La Gazzetta Dello Sport.
Ma Cosa potrebbe mai pubblicare e scrive contro di te, che la sostieni economicamente... ( niente).

Federazione Italiana Giuoco Calcio.
Come si comporterà con te che la sostieni economicamente?? (bene).

E Poi ti ritrovi a pagare ( Associazione Italiana Arbitri )

E Questi Arbitri Come Vuoi Che Si Comportino Con Chi Li Paga...??????

A Voi i Commenti......


domenica 20 marzo 2016

LA JUVE MA CHE VERGOGNA

Queste cose le vedi solo quando gioca la Juve
Sinceramente mi vergognerei se fossi un tifoso della Juve.
E vi chiedo ma l'atteggiamento di Bonucci così aggressivo quant'è giornate meriterebbe
Questo e un atteggiamento intimidatorio antisportivo.

#‎FORZANAPOLISEMPRE

Chi sa se Marchisio dirà c'era una persona non vedente a dirigere la partita.

Mi scuso in anticipo con chi non ci vede ma e palese che non ci vede questo.

venerdì 18 marzo 2016

TRAGITTO CASA-LAVORO E LAVORO-CASA RETRIBUITO IN BUSTA PAGA

L’orario di lavoro che abbiamo sempre calcolato è in realtà sbagliato. Questa la conclusione a cui si potrebbe arrivare a seguito di una sentenza della Corte di Giustizia Europa che ha chiarito, inequivocabilmente, che gli spostamenti per raggiungere il luogo dell’impiego rientrano nell’orario di lavoro e sono da retribuire in busta paga.
Questo per quanto concerne i lavoratori che non hanno un luogo di lavoro fisso e sono impegnati in spostamenti quotidiani decisi dal datore di lavoro.
La pronuncia della Corte è chiara: i lavoratori che non hanno un luogo di lavoro fisso e abituale hanno diritto a vedersi riconosciuto come orario di lavoro retribuito gli spostamenti quotidiani dal proprio domicilio ai luoghi in cui si trovano il primo e l’ultimo cliente indicati dal datore di lavoro.
Evidenti le conseguenze, anche di natura economica, sulla retribuzione spettante ai lavoratori che abitualmente svolgono lavori e mansioni per le quali l’utilizzo dell’automobile è fondamentale, indipendentemente dal fatto che questa sia privata o aziendale.
La motivazione della decisione sta nel fatto che i soggetti a disposizione del datore di lavoro anche nel  tragitto casa-lavoro impiegando le proprie energie lavorative anche nei trasferimenti dalla propria abitazione al primo cliente e dall’ultimo cliente al proprio domicilio.
Sono orario di lavoro gli spostamenti però solo gli spostamenti nel caso in cui i clienti da raggiungere siano indicati dal datore di lavoro giorno per giorno su cui esercita il potere direttivo e di controllo.
Nel caso in oggetto la Corte UE è intervenuta in un ricorso di una società spagnola, che vende impianti antifurto e antincendio. Questa società ha chiuso tutti i suoi uffici regionali ed ha affidato la propria rete di vendita a propri dipendenti che operano su tutto il territorio spagnolo, dotati di automobile societaria e di cellulari aziendali. La società spagnola per ogni proprio operatore di vendita fissava tutti gli interventi di giornata e quindi determinava, con il proprio potere direttivo, tutti gli spostamenti quotidiani che ogni operatore doveva fare dal proprio domicilio al primo cliente. Ed anche a fine giornata, di conseguenza, dall’ultimo cliente all’abitazione del proprio dipendente.
La sentenza
La Corte di Giustizia Europea ha stabilito nella propria sentenza che gli spostamenti sono da considerarsi orario di lavoro. E quindi i dipendenti vanno pagati anche per il tempo impiegato per recarsi da casa al luogo di incontro con i propri clienti. Vediamo perché.
La Corte richiama la nozione di orario di lavoro: L’art. 2, punto 1) della direttiva europea n 2003/88 definisce l’ «orario di lavoro» come “qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni, conformemente alle legislazioni e/o prassi nazionali.
Secondo la Corte affinché un lavoratore possa essere considerato a disposizione del proprio datore di lavoro, tale lavoratore deve essere posto in una situazione nella quale è obbligato giuridicamente ad eseguire le istruzioni del proprio datore di lavoro e ad esercitare la propria attività per il medesimo.
Di contro dalla giurisprudenza della Corte emerge che la possibilità per i lavoratori di gestire il loro tempo in modo libero e di dedicarsi ai loro interessi è un elemento che denota che il periodo di tempo in questione non costituisce orario di lavoro ai sensi della direttiva 2003/88.
Quindi la questione è gli spostamenti sono un obbligo del lavoratore da retribuire oppure quest’ultimi conservano una possibilità di gestire il proprio tempo libero?
Nel caso specifico, come detto, la società fissava l’elenco e l’ordine dei clienti, che devono essere seguiti dai lavoratori di cui al procedimento principale, nonché l’orario degli appuntamenti presso i suoi clienti.
Quindi secondo la Corte di Giustizia “detti lavoratori non hanno la possibilità di disporre liberamente del loro tempo e di dedicarsi ai loro interessi, e pertanto essi sono a disposizione dei loro datori di lavoro.
Quindi se un lavoratore che non ha più un luogo di lavoro fisso esercita le sue funzioni durante lo spostamento che effettua verso un cliente od in provenienza da questo, tale lavoratore deve essere considerato come al lavoro anche durante tale tragitto.
E questo perché gli spostamenti sono intrinseci alla qualità di lavoratore che non ha un luogo di lavoro fisso od abituale.
E tale constatazione non può essere inficiata dalla circostanza che i lavoratori, in una situazione come quella di cui trattasi nel procedimento principale, comincino e terminino tali tragitti presso il loro domicilio.
Quindi pur se partono da casa, sempre orario di lavoro è da considerarsi.
I lavoratori infatti hanno perso la possibilità di determinare liberamente la distanza che separa il loro domicilio dal luogo abituale di inizio e di fine della loro giornata lavorativa”. E tale situazione è contrario all’obiettivo di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, perseguito dalla direttiva 2003/88, nel quale rientra la necessità di garantire ai lavoratori un periodo minimo di riposo.
La Corte conclude, qualora alcuni lavoratori che si trovano in circostanze come quelle di cui al procedimento principale utilizzino un veicolo di servizio per recarsi, durante la giornata lavorativa, dal loro domicilio presso un cliente indicato dal loro datore di lavoro o per tornare al loro domicilio dal luogo in cui si trova tale cliente e per recarsi dal luogo in cui si trova un cliente ad un altro, tali lavoratori devono, durante tali spostamenti, essere considerati «al lavoro», ai sensi dell’articolo 2, punto 1, della medesima direttiva”. Quindi come orario di lavoro effettivo.
Il dispositivo finale della Sentenza, L’articolo 2, punto 1, della direttiva 2003/88/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 novembre 2003, concernente taluni aspetti dell’organizzazione dell’orario di lavoro, deve essere interpretato nel senso che, in circostanze come quelle che caratterizzano il procedimento principale, nelle quali i lavoratori non hanno un luogo di lavoro fisso o abituale, costituisce «orario di lavoro», ai sensi di tale disposizione, il tempo di spostamento che tali lavoratori impiegano per gli spostamenti quotidiani tra il loro domicilio ed i luoghi in cui si trovano il primo e l’ultimo cliente indicati dal loro datore di lavoro.
L’azienda in questione pertanto ha ridotto il tempo di riposo dei lavoratori e quindi lo spostamento domicilio-cliente è da considerarsi funzionale all’esecuzione dell’attività lavorativa del dipendente. E quindi è da considerarsi orario di lavoro. Ed è soprattutto da retribuire in busta paga.